Italiano - English - Area riservata
Pubblicazioni - Prof.ssa Elisabetta SALIMEI

Pubblicazioni

Pubblicazioni presenti sul Catalogo Istituzionale


Elenco delle pubblicazioni

Attività scientifica (sintesi)
La produzione scientifica di Elisabetta M. Salimei, dottore di Ricerca in Scienze Zootecniche e Professore associato confermato di Nutrizione ed alimentazione animale, si concretizza in oltre 220 pubblicazioni (http://iris.unimol.it) su riviste nazionali ed internazionali, inerenti la nutrizione degli animali di interesse zootecnico. È autrice di capitoli su libri internazionali indicizzati SCOPUS. 
Gli studi riguardano in particolare gli effetti dell’alimentazione delle specie poligastriche sulle caratteristiche quanti-qualitative della produzione di latte e della carne, valutando lo stato nutrizionale, corporeo e di benessere degli animali. In relazione alle indagini sul benessere ruminale, ha inoltre condotto studi sulle caratteristiche chimiche, fisiche e fisicochimiche di foraggi convenzionali ed innovativi, essiccati e insilati, fondamentali basi della dieta dell’erbivoro.
Oltre a questi principali filoni di ricerca ha collaborato a sperimentazioni volte ad indagare gli effetti delle strutture di allevamento relative all’alimentazione sulle caratteristiche chimiche e fisiche delle miscele unifeed, anche in relazione alla produzione di latte ed allo stato nutrizionale di bufale.
In specie monogastriche quali il suino ed il cavallo, ha studiato le relazioni tra le caratteristiche fisiche degli alimenti (dimensione granulometrica, stabilità delle miscele, propensione alla polverosità, ecc.), la gestione dell'allevamento e la qualità dell'aria. 
Nell'ambito delle indagini sulle possibili strategie ecosostenibili da attuare nel miglioramento dell'allevamento estensivo e semi-intensivo, ha condotto studi sull'ottimizzazione del carico animale pascolivo, valutandolo da un punto di vista nutrizionale. Sempre in relazione alla salvaguardia dell’ambiente, nell’ambito della circular economy conduce indagini sugli effetti dell’impiego di alimenti innovativi e di derivati dell’agro-industria nell’alimentazione di bufali e bovini.
In relazione ai legami tra nutrizione animale e valorizzazione, oltre che salvaguardia, del territorio, partecipa a studi volti ad indagare il ruolo della nutrizione animale nella tracciabilità di prodotti tipici e tradizionali, nell’ambito di progetti di ricerca relativi alle filiere di carne bovina, latte e derivati.
I più recenti interessi scientifici si estendono, oltre alla dietoterapia del cavallo e del cane sportivo, anche ad indagini relative alle caratteristiche del latte equino connesse agli aspetti nutrizionali, gestionali e di benessere delle madri e dei redi. Nell’ultimo decennio infatti, con tale approccio si è dapprima occupata della produzione quali-quantitativa di latte di cavalla, trasferendo successivamente l’esperienza maturata alla specie asinina, attualmente oggetto di approfonditi studi circa gli effetti di fattori dietetici su alcuni aspetti della produzione di latte e del profilo nutrizionale delle fattrici. Al fine di una più puntuale caratterizzazione del latte di asina quale alimento destinato all'alimentazione umana, collabora infine a ricerche volte ad approfondire le conoscenze relative alle componenti delle frazioni lipidica, proteica e minerale, in grado di fornire un supporto anche extranutrizionale (di tipo ormonale, antibatterico, antiinfiammatorio e probiotico) e tecnologico.
Il latte equino e derivati sono oggi considerati alimenti innovativi dalla Comunità scientifica internazionale, come evidenziano il saggio "Animals that produce dairy foods: donkey", di cui è autrice in Encyclopedia of Dairy Sciences second edition Vol. vol. 1, pp. 365–373 (Elsevier Ltd), e il contributo “Horse and donkey milk”, di cui è coautrice in “Milk and Dairy Products in Human Nutrition: Production, Composition and Health” 1st ed. (John Wiley & Sons, Ltd).
Valutazione della qualità della ricerca (VQR, Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca), anni 2004-2010: punteggio 1, eccellente (3 prodotti tot.); anni 2011-2014: punteggio 1, eccellente e punteggio 0.7, elevato (2 prodotti tot.).

Indici bibliometrici: 

SCOPUS 12 H-index, 40 pubblicazioni, 655 citazioni.

WOS Core Collection 11 H-index, 47 pubblicazioni, 604 citazioni. 


È componente dell’European Association of Animal Production (EAAP). Svolge attività di revisore per riviste scientifiche internazionali. E’ revisore per la valutazione di progetti di ricerca nazionali e internazionali. E’ iscritta a REPRISE (albo degli esperti scientifici istituito presso il MIUR) per la sezione Ricerca di base. 

Campobasso, agosto 2020